Santuario Madre del Buon Consiglio

Genazzano RM

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Il Beato Stefano Bellesini

PDF

Il Beato Stefano Bellesini, i cui resti mortali sono venerati nella basilica di Genazzano, nacque a Trento da una famiglia benestante il 25 novembre 1774. A diciotto anni vestì l’abito religioso nel convento agostiniano di S. Marco della sua città, celebre per aver ospitato il cardinale Seripando e gli altri teologi agostiniani che parteciparono al Concilio di Trento. Dopo la formazione iniziale, continuò i suoi studi a Bologna, a Roma e poi di nuovo a Bologna. Fu ordinato sacerdote a Trento nel 1797. Fino al 1809, svolgendo vari uffici comunitari, visse nel convento di S. Marco che dovette abbandonare in seguito alla soppressione della vita religiosa e dei conventi da parte di Napoleone. Rientrato in famiglia, si dedicò all’assistenza e all’educazione dei ragazzi, aprendo nella propria casa una scuola gratuita. Al ritorno del governo austriaco continuò questo servizio e, acquistandosi in breve tempo la stima e la fiducia della gente e delle autorità civili, fu nominato Ispettore generale delle scuole di tutto il Trentino. Padre Stefano rimase intimamente fedele alla sua professione religiosa e nell’impossibilità di realizzare questo desiderio nella sua città - il governo infatti non permise di riaprire il convento di S. Marco - nel 1817 abbandonò di nascosto la patria, la carriera scolastica e senza passaporto si rifugiò a Bologna, nello Stato Pontificio, dove nel frattempo era stata ristabilita la vita religiosa nel convento di S. Giacomo Maggiore. All’autorità civile di Trento, che pressantemente lo invita a ritornare, rispose risoluto che il voto fatto a Dio attraverso la consacrazione religiosa e "all’amatissima mia Madre, che è la Religione", ciò l’Ordine agostiniano, è di gran lunga più forte e vincolante di qualunque altro e pertanto era risoluto a restare frate e tornare in convento. Il Priore generale dell’Ordine lo invitò a tornare a Roma, dove per alcuni anni svolse il compito di maestro dei novizi nell’antico convento di S. Agostino in Campo Marzio. Nel 1826 fu mandato a Genazzano, allora casa religiosa osservante e dipendente direttamente dal superiore dell’Ordine. Nel santuario della Madonna del Buon Consiglio dedicò gli ultimi quattordici anni della sua vita alla promozione del culto della Madonna e al ministero parrocchiale, attendendo con sollecitudine ai poveri e all’educazione dei fanciulli. Padre Stefano morì il 2 febbraio del 1840, minato nel corpo dalle fatiche sostenute per soccorrere e assistere i suoi parrocchiani colpiti da un morbo contagioso e dall’estrema povertà. Subito considerato e venerato come santo dai suoi confratelli e parrocchiani, fu proclamato ufficialmente beato da san Pio X nel 1904: il primo parroco a salire agli onori degli altari! La sua memoria liturgica ricorre il 3 febbraio.

 

Dio grande e misericordioso, che hai chiamato il Beato Stefano a illuminare la vita consacrata con la testimonianza coraggiosa e convinta della comunione fraterna nella rinuncia a tutti i suoi beni. Tu, che lo hai voluto educatore esemplare dei giovani e, in particolare degli aspiranti  alla vita religiosa e sacerdotale, e hai coronato la sua vita facendolo pastore del tuo popolo; per la sua intercessione: fa’ che le nostre comunità e le nostre famiglie siano segno di comunione nella carità e nell’impegno a testimoniare la fede: incoraggiale e sostienile nell’educare i giovani perché, nelle difficoltà presenti, tutte le vocazioni siano affascinate dalla Bellezza, nel dono coraggioso di se stessi, per una vita offerta e donata nel segno dell’amore.  Dona, o Padre, alla tua Chiesa e alla Famiglia Agostiniana, uomini e donne secondo il tuo cuore, perché seguendo l’esempio del Beato Stefano, diffondano il buon profumo di Cristo. Amen.

 

 

Chi ricevesse grazie e miracoli per intercessione del beato Stefano è pregato di prendere contatto con la Postulazione generale dell’Ordine Agostiniano, Via Paolo VI, 25 (Roma). Tel. 06.680069.

 

Informativa cookie

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.

Informativa cookie in forma estesa

pellegrinaggi


ORARI della BASILICA SANTUARIO DI GENAZZANOImmagine Affresco

 

Apertura della Basilica:

dalle ore 7.00 alle 12.45; dalle 15.30 alle 18.30 (ora solare),  dalle 15.30 alle 19.30 (ora legale).

 

 

SS. Messe:

-Feriale ore 7:30 - 9:00 - 17:00 (ora solare) alle 18:00 (ora legale);

-Prefestivo ore 7.30 - 9.00 - 18.00;

-Festivo (*) ore 7:30 - 9:30- 11:00 - 18:00

(*) Nella parrocchia di San Giovanni la S.Messa si celebra alle ore 8:00.

 

Tel: +39 06 95 79 002 Mail: santuariombc@gmail.com

Pagina Facebook del Santuario: https://www.facebook.com/madredelbuonconsiglio.genazzano

Per le foto si ringrazia lo studio fotografico Dino's Photo di Genazzano http://www.dinosphoto.it/home.html